l
Prastazlona/1
: 22/03/2018 - ANGIO- RM DEL DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO
22/03/30ia RWN DEL CERVELLO E DEL TRONCO ENCEFAUCO. SENZA E CON CQN-TRASTQ
ZS/Oa/SOia - RM OELLE ORBITE SENZA E CON MDC
RhlN DEL CERVELLO E CEL TRONCO ENCEFALICO, SENZA E CON CONTRASTO
Discreto ampliamento atrofico dai vftntricoli e degli spazi liquorali periferici.
In asse le strutture mediane.
Diverse minute areale d; alterato segnate, T2/FLAIR-iperintense, in parte confluenti in sede peritrìgonale, si
osservano nella sogtan.za bianca puriventricolare e dei cenlri semtovali, da screzi gliotici su verosimile base
vascolare ischemica cronica.
Nella norma lo studio di Diffusione; in particolare non evidenti lesioni ischemiche recenti.
Alla volta [..^rietale sinistra si ppprezza picco'a formazionfì extra-assiale (5 mm circa), caratterizzata da
omogenea impregnazione post-contrastografica, preferenzialmente compatibile con minuto meningioma,
privo di effetto massa sulle ci''copvoluzioni cerebraìi adiacenti,
Non document3bilj ulte'-iori patologiche impregnazioni post-contrastografiche.
Colfateralmente, si doc'j-n^rta ampliamento isoliqijoral0 di aspetto cistico, della sella turcica, con
estrinsecazione soDrattutto verso il pavimento: nel contesto non appare chiaramente nconoscibile
linfundibulum, e dubbio esile tessuto ipofisario sembra apparentemente apprezzarsi dislocato
anteriormente. l rilievi appena descritti, ne! complesso, non sono di univoca interpretazione diagnostica in
base allo studio RM esegiiito (cisti aracnoidea intrssellare? wndizione di sella vuota?): necessaria pertanto
integrazione diagnostica con RM mirata allo studio dell'ipofisi/sella lurcica.
ANGIO-RM DEL DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO
L'esame
def circolo arterioso intracranico è stato condotto mediante sequenza 3D-ToF, con successWe
ricostruzioni MIP.
Nei limiti i'intensità dì segnale dei si'foni carcrtidei. del poligono di Willis (lieve ipoplasia del tratto M delVft.Cfr
dx) e detrasse vertcbro-basiìare deve dominanza dx del tratto intradurale delle aa vertebraliy
Vtsualizzabiii i prìncipaìì rami del circolo artsrioso cerebellare.
RM DELLE ORBITE SEMZA E CON MDC
Non proptos' dei buibi oculari.
BÌIateralmerto si ossen/a quasi &jmmetrico accenno ad ampliamento dello spazio liquorale perìottico in sede
pre-oapiUare, senza franca protrusione endobulbare della testa del n. ottico^ nei limiti le restanti porzioni del
comptesso guaina-n. ottico.
Bìiaterairriente regc'are spsssore c'ella muscolatura orbitaria estrinseca.
Non documenfabili patologiche impregnazloni post-contrastografiche.
DOTT.SSA.VEJ
NS